Bologna, 3-4 marzo 2017: ritorna Resistenze in Cirenaica. Il colonialismo italiano di ieri, l’imperialismo italiano di oggi

ricmarzocorto

A Bologna il 4 marzo sarà giornata di mobilitazione in difesa degli spazi autogestiti. In tutta la città si svolgeranno iniziative a sostegno delle esperienze minacciate, in primis XM24. Per quel weekend stavamo già organizzando al Vag61 la due-giorni di fine inverno di Resistenze in Cirenaica. Coglieremo la palla al balzo, e la voce di questo collettivo di collettivi si unirà al coro «diversamente intonato» che ne canterà quattro ai poteri della città.
Ecco il programma della duegiorni.

Venerdì 3 marzo

h 20
Cena di autofinanziamento

Educati alla guerrah 21
Presentazione del libro di Gianluca Gabrielli
Educati alla guerra. Nazionalizzazione e militarizzazione dell’infanzia nella prima metà del Novecento (Ombre corte, 2016)
«La costituzione del regime fascista e il suo consolidamento fino alla guerra coloniale d’Etiopia (1922-1935) trovarono […] un’istituzione scolastica già pronta a trasmettere e imporre all’infanzia nazionale i temi del patriottismo bellicista. In tal senso il fascismo operò rispetto all’infanzia in un orizzonte di continuità con il passato: l’ingresso a regime della riforma firmata da Giovanni Gentile (1923) è coerente con i principi patriottici dell’interventismo e del culto delle vittime della Grande guerra quale mito originario del fascismo stesso.»
(Dalla recensione di Marco Ambra sul blog Il lavoro culturale)

h 22.30
Reading/concerto
Dai campi fascisti ai CIE, racconti di internate e internati 
con le voci di Resistenze in Cirenaica e le musiche del Bhutan Clan

Sabato 4 marzo

Volto Nascostoh 18.30
Incontro
Fumetto e colonialismo italiano: dal Ventennio a oggi passando per Hugo Pratt
con il critico Boris Battaglia, autore delle prefazioni a diversi volumi di Tutto Pratt (serie uscita nel 2014 con il Corriere della Sera), e lo scrittore e sceneggiatore Gianfranco Manfredi (Volto NascostoShanghai Devil).
Introducono Wu Ming 1 e Kai Zen J
Non a caso, nell’ultimo weekend della mostra Hugo Pratt e Corto Maltese: 50 anni di viaggi nel mito.

Durante l’incontro l’associazione Re:Commonpresenterà il graphic novel L’alleato azero. Gas e petrolio contro diritti umani (disegni di Claudia Giuliani, Round Robin, 2016)
L’Italia sta diventando il primo partner economico dell’Azerbaigian per la costruzione del gasdotto TAP. Ma cosa sta succedendo in Azerbaigian con la complicità dell’Italia?

h. 20
Cena di autofinanziamento

h. 21
Re:Common presenta l’inchiesta
Che cosa sta succedendo nella valle dell’Omo?
Grandi Opere, repressione e neocolonialismo italiano in Etiopia.

Vag61, via Paolo Fabbri 110, Cirenaica, Bologna.

 

vn

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...